Abbiamo avuto paura. Non quel sano timore di cui parlava Sarri nel pre-gara. Proprio paura! Quella che ti fa venire il latte alle ginocchia. E così la squadra ha cominciato a girare solo nel secondo tempo, dopo aver regalato il primo al City che in 20 minuti ce ne ha fatti 2. Poi Mertens (irriconoscibile) sbaglia il penalty del 1 a 2 al 37′.

Il secondo tempo è un’altra squadra quella che scende in campo. Concentrata, compatta e decisa a rimediare. Così arriva il rigore su Ghoulam e la trasformazione di Diawara. Un paio di occasioni mancate, valgono la seconda sconfitta in Champions.

Poco male. Con questo City ci può stare. Il Napoli visto nel secondo tempo fa ben sperare per il match contro l’Inter. Speriamo che ci sia Insigne.

d.A.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − quindici =