La domanda è d’obbligo, così come non è fuori luogo dire che il Napoli sia ormai alla frutta. Indipendentemente dal risultato in Ucraina, la prestazione, dopo venti minuti di buon calcio, è stata scialba, senza nerbo e convinzione. Tuttavia le circostanze non possono e soprattutto non devono portare la testa altrove. A Rotterdam bisognava vincere e invece si è perso malamente. Eppure non sono sicuro di poter affermare che questo sia il peggio o se il peggio debba ancora arrivare. Ora che anche Insigne è fuori gioco (si aggiunge a Milik e Ghoulam) davvero il Napoli non punge più. Il bel gioco e il possesso palla non hanno finalizzatori (visto che Mertens e Callejon sono ai minimi termini) e davvero non riesco ad immaginare cosa potrà inventarsi Sarri contro la Fiorentina. Se poi aggiungete che dovremo giocare in Europa League sempre di Giovedì, che neanche siamo testa di serie e che con noi sono scese, tra le altre, squadre come Atletico Madrid, Borussia Dortmund e Lipsia, allora meglio far giocare la primavera, uscire immediatamente dal torneo e soprattutto preservare forze e quei pochi uomini che ci rimangono. Urgono rinforzi di un certo livello perchè il campionato per fortuna è ancora aperto e soprattutto perchè l’Inter è tornata e con lei la Roma; e non credo che il prossimo anno, con l’aria che tira nella dirigenza, potremo lottare ai massimi livelli. Chi ha orecchie intenda!

p.s.: A proposito, grazie Pep!

d.A.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + otto =