Napoli assente a Donetsk. Sconfitto 2-1.

Questa non ci voleva. Il Napoli perde in Ucraina dopo una partita che lo ha visto protagonista solo per i 20 minuti finali, cioè quando sono subentrati Mertens e Allan ad uno spento Hamsik e un impalpabile Zielinski.

E’ la terza partita di fila tra campionato e Champions nella quale il Napoli fallisce l’approccio iniziale. Solo che la Champions non è la Serie A e lo Shakhtar non è il Bologna (con tutto il rispetto).

Abbiamo capito sicuramente che in questo inizio di stagione non possiamo ancora prescindere da Mertens in campo (qualunque sia il ruolo che ricopre), così come Hamsik non è in forma ed è praticamente inutile farlo giocare sempre per un’ora; sarebbe meglio recuperarlo in modo definitivo e poi schierarlo.

Comunque sia, la prestazione è stata deludente salvando solo Mertens, Allan e Insigne.

Il cammino in Champions si complica, ma speriamo che Sarri sappia trovare le giuste contromisure a questa indolenza che sta affliggendo la squadra. Se con il City si gioca così ne prendiamo 4!

d.A.P.

Condividi questo articolo
  •  
  •   
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − dodici =