Ieri sera gli azzurri hanno battuto 3-1 il Feyenoord e fin qui buone notizie. Eppure non posso dire di essere soddisfatto, non lo è neanche Sarri, dell’atteggiamento della squadra. Gli undici in campo sembravano stessero svolgendo il compitino, anche in maniera svogliata; poi nel secondo tempo è tornato il Napoli dell’anno scorso, quello che una volta chiusa la partita tenta in tutti i modi di riaprirla con errori difensivi.

Così, se sul rigore accordato agli olandesi ci ha pensato uno strepitoso Reina, (possono criticarlo quanto vogliono, ma per me è l’unico portiere per questo Napoli) autore anche di altre parate durante la gara, nulla ha potuto il portiere azzurro quando uno stralunato Maksimovic e un ingenuo Koulibaly, si sono fatti sorprendere da Amrabat (cì cì e co co) in pieno recupero.

Insomma buoni i tre punti, ma il City non è il Feyenoord.

I marcatori: Insigne al 7′; Mertens al 49′; Callejon al 70′; Amrabat al 93′.

Bella la dedica di Lorenzo e Dries ad Arek Milik, al quale auguro di rimettersi al più presto.

d.A.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 8 =